Qualità del lavoro nelle nostre scuole

rif3 2015 logoNella sua tradizionale riflessione, l'ispettore Dante Peduzzi presenta il processo di valutazione e promozione delle scuole volto a garantire la qualità dell'insegnamento nel cantone dei Grigioni. Ricorda inoltre che oltre a trasmettere del sapere, all'insegnante viene chiesto di proporre agli allievi delle strategie con cui applicare le conoscenze nella vita quotidiana: sono le cosiddette competenze. L'ispettore scolastico del Grigioni italiano conclude la sua riflessione con una considerazione: la scuola è lo specchio di ciò che avviene nella nostra società; situazione che ha obbligato l'insegnante a diventare uno specialista nel lavoro con i giovani che crescono. Un compito impegnativo e complesso che va sostenuto da tutti: dalla famiglia, dalla scuola e dalle autorità.

Una scuola in evoluzione permanente

ispettorato 277di Dante Peduzzi, Ispettore scolastico del Grigioni italiano

Recentemente non è raro sentire delle osservazioni critiche sui cambiamenti perennemente in atto all'interno del mondo scolastico. Effettivamente, non tutto ciò che ha dimostrato la sua validità deve essere cambiato per forza, anche nella scuola. Mi sembra saggio. Tuttavia anche la realtà scolastica segue forzatamente (e qualche volta l'anticipa!) l'evoluzione della società, per cui i cambiamenti sono e saranno inevitabili se si vogliono preparare i giovani per le esigenze future di una società che non si ferma.

Un inizio dell’anno scolastico con lo sguardo verso il futuro

rifless.2013 277di Dante Peduzzi, ispettore scolastico del Grigioni italiano

L'anno scolastico che sta per iniziare sarà un anno un po' speciale per tutti coloro che hanno a che fare con il mondo della scuola, a iniziare dagli allievi, dai loro genitori, dagli insegnanti e anche per le autorità scolastiche. Con il primo di agosto è infatti entrata in vigore la nova Legge Scolastica cantonale che sostituisce quella ormai sorpassata del 1962, ritoccata a più riprese, l'ultima volta nell'anno 2000.

Verso un nuovo anno scolastico

primo giorno277di Dante Peduzzi, ispettore scolastico del Grigioni italiano

Insegnamento ed emozioni
Una quindicina d'anni fa acquistai un libro che fu per me una vera rivelazione. Lo prestai ad amici e colleghi e, come capita spesso, non lo rividi più. Decisi allora di comperarne un'altra copia che, ahimè, fece la stessa fine, obbligandomi a riprendere la strada verso la libreria. Queste perdite, seppur antipatiche – il libro è sempre qualcosa di strettamente personale –, non mi rattristarono però più di quel tanto. Infatti, mi resi conto dei profondi benefici che i miei amici e colleghi poterono trarre da questa lettura che consiglio ancora oggi ai genitori, e specialmente ai padri che stanno crescendo adolescenti o giovani adulti: Daniel Goleman, L'intelligenza emotiva (Rizzoli, Milano 1996).

I giovani, la scuola e i problemi di motivazione

motivazione277Per l'inizio dell'anno scolastico 2011-2012, l'ispettore scolastico Dante Peduzzi propone alcune riflessioni.

Da alcuni anni, in occasione dell'inizio del nuovo anno scolastico, propongo alcune riflessioni indirizzate soprattutto agli allievi e ai loro genitori, ma anche agli insegnanti e alle autorità scolastiche. Per me è sempre un piacere, durante le giornate estive libere dai soliti affari correnti, sfruttare questa apparente tranquillità per leggere e per approfondire certi aspetti, e quindi poterli condividere con coloro che avranno l'interesse e la pazienza di leggerli.