La scuola deve cambiare: perché e come?

scuola cambiare277Conferenza di Francesco Antinucci, direttore di ricerca presso l'Istituto di scienze e tecnologie cognitive del Consiglio nazionale delle ricerche; giovedì 25 aprile, ore 14.00, Aula magna del DFA/SUPSI, a Locarno.

Sempre connessi

second screenI giovani accedono a internet ovunque, utilizzando gli smartphone o altri media contemporaneamente. I nativi della rete sono dei multitasking. Questo e altro è emerso da un recente studio nazionale.

Un giovane su due preda della rete

pericoli internetI genitori sono spesso ignari dei rischi che corre la figlia o il figlio in internet. Un recente studio dell'Università di Zurigo evidenzia che in Svizzera un adolescente su due è stato confrontato con immagini a carattere pornografico in rete, è stato vittima di cybermobbing o ha incontrato persone conosciute in rete.

Formazione della prima infanzia: la Svizzera è in ritardo

infanzia ch277La Commissione svizzera per l'UNESCO e la Rete custodia bambini, in collaborazione con il Dipartimento della Sanità e della Socialità (DSS) e il Dipartimento dell'Educazione, della Cultura e dello Sport (DECS) del cantone Ticino invitano a una giornata di studio e di approfondimento che si terrà il 1°marzo 2013 a Bellinzona.

Tra gli scopi della giornata vi è quello di raccogliere e riassumere le varie osservazioni emerse in funzione di una maggiore sinergia tra la nostra realtà territoriale e il contesto nazionale, nonché di riflettere sulle possibilità di sviluppo delle politiche della prima infanzia nella Svizzera italiana.